SOCIALIZERS. CHE PASSIONE.

SOCIALIZERS. CHE PASSIONE.

Una parola riassume Christian Zegna, Lorenzo D’Amelio e Davide Paganotti: dinamismo.
Un motto li contraddistingue: “La ferma convinzione che l’utilizzo del web aiuti a migliorare la società e parifichi le opportunità a disposizione delle persone”.
Sono tre uomini in corsa, con quell’andatura costante e regolare di chi è in continuo movimento.
E così i tre ragazzi quasi “standing babas”come direbbe Gregory David Roberts nel suo meraviglioso libro “Shantaram”, fanno parte della prima start up chiamata “Socializers” (www.socializers.it) di Sellalab, l’incubatore di idee digitali sorto sulle sponde del Torrente Cervo a Biella, una specie di Silicon Valley locale.
Ma perché una azienda dovrebbe rivolgersi a “Socializers”? Perché vuole rendersi maggiormente visibile nel mondo dei social network, come Facebook ad esempio, il cui vantaggio competitivo è dato dalla possibilità di raggiungere un pubblico estremamente definito e ottimizzare gli investimenti in pubblicità più di qualunque altro canale.
Oppure perché il sito di vendita on line di prodotti/servizi di una azienda non è molto frequentato dagli utilizzatori: a questo punto gli esperti di “Socializers” tramite analisi, ricerche di mercato, indagini sui concorrenti e reportistica specifica studiano le criticità attuali e stabiliscono quali aggiustamenti e cambiamenti siano necessari per migliorare il sito e-commerce.
“Socializers” si occupa anche di formazione specifica direttamente presso le aziende.
E’ Christian Zegna, uno dei tre ragazzi della start up, a spiegarci come sia nata questa sua nuova professione. Sguardo determinato, doti di ascolto, competenze tecniche e grande concretezza quando parla del suo lavoro: «Nel passato sono stato assistente sociale, ho lavorato come animatore socio culturale per una cooperativa, ma da sempre ero affascinato dalle nuove tecnologie. E così ora mi occupo principalmente di social media e marginalmente del mondo del volontariato dal quale provengo. Visto quindi il mio interesse per quel nuovo settore mi sono iscritto ad un Master a Milano alla BEWE Digital Academy, del quale sono poi anche diventato tutor didattico e co-docente».
Ma quale è il ruolo di Christian Zegna?: «Mi occupo della formazione, di come si utilizzano gli strumenti social e di quali siano le modalità per muoversi in questo mondo. Sono anche colui che presenta “Socializers” alle aziende all’esterno, il cosiddetto frontman».
Lorenzo D’Amelio, altro componente del team, si è laureato in Comunicazione e Culture dei Media all’Università degli Studi di Torino e si è specializzato in Social Network Analysis presso l’Università del Michigan. «Lorenzo – continua Zegna – è  un social media strategist, conosce tutte le piattaforme social ed è stato nominato Digital Champion del territorio, insieme a poche altre persone».
Davide Paganotti, l’ultimo anello di congiunzione del team, ha una provenienza completamente diversa: «Urbanista per vari anni e poi designer, professione che svolge tuttora. Lui – conferma con convinzione Zegna – è fondamentale all’interno del nostro gruppo, perché creatività ed originalità sono qualità che rendono la nostra start up ancora più completa ed appetibile presso i nostri clienti».
I tre ragazzi in poco tempo hanno già frequentato 16 corsi: «Il nostro mondo è in evoluzione continua e noi dobbiamo tenerci sempre aggiornati e studiare. Non cercavamo un ufficio per iniziare la nostra attività e quando abbiamo trovato questa opportunità nei locali di SellaLab – conclude Zegna – abbiamo subito accettato con entusiasmo, perché la location è fantastica» .
Una volta le fabbriche lungo il torrente Cervo rendevano glorioso il Biellese, ora all’interno dell’ex lanificio Maurizio Sella, attuale Sellalab, in via Corradino Sella 10, fermento ed innovazione sono alla base di una rinascita tutta made in Biella con start up di altissimo livello, tra le quali “Socializers”.
Un luogo per rendere i sogni reali.

Marta Coda Luchina

Leave a reply

captcha
Required fields are marked (*)

TOP