Storie dal passato: BERLINO 2008

Storie dal passato: BERLINO 2008

7 luglio 2008 – ore 17
Suona il telefono; a chiamarmi è Giulio Ciamillo, uno dei due titolari dell’Agenzia Ciamillo-Castoria di Roma.
Con il suo inconfondibile accento romano mi dice: “Ste, che fai domani? Ce starebbe n’aereo prenotato pe’ Berlino…
Te prego, non me dì de no, devi annà lla a fa ‘n servizio fotografico per conto de la NBA, ce stà Gilbert Arenas, uno che ggioca ai Washington Wizards!
La NBA, te ripeto, la NBA ha chiesto alla nostra Agenzia de fà er servizio ufficiale, c’ho bbisogno de uno che me faccia ‘n gran bel lavoro!!!
Vacci, te prego, non me vedi ma stò ‘n ginocchio a chiedertelo, vacci tu, non me dì dde no!!!”
E così non ho potuto dirgli “dde no”…

Il giorno dopo alle 13 il mio volo, dopo le solite discussioni per la mia attrezzatura(questa volta direttamente sulla scaletta dell’aereo e non al check-in come succede di solito), decolla da Malpensa e alle 17 sono in hotel a Berlino. Devo attendere la telefonata di Chris Wallace, addetto stampa NBA presente in città, telefonata che arriva alle 21 e con la quale mi vengono date le disposizioni per il giorno dopo: appuntamento alle 12.30 di fronte ad una nuovissima O2 World Arena ancora in costruzione, zona East Side Gallery (l’ultimo chilometro ancora esistente dello storico Muro).
Cena veloce, riposo e, la mattina successiva, abbondante colazione (non si sa mai, in questi casi, come va a finire con il pranzo) e taxi fino al luogo dell’incontro; qualche scatto di contorno finchè, puntualissimo, un elegante battello tutto addobbato con manifesti NBA attracca lungo la Sprea (il corso d’acqua che taglia in due Berlino).
Vengo invitato a salire e una simpaticissima assistente di Chris mi illustra il programma delle due ore successive: conferenza stampa sul fiume, shooting di fronte al Muro e visita guidata del palazzetto.
E’ lo stesso Chris, appena terminata una telefonata, a ribadire come io sia il fotografo ufficiale NBA per quell’evento e a presentarmi, pochi minuti dopo, ad un simpaticissimo Gilbert Arenas spiegandogli di seguire in tutto e per tutto le mie disposizioni “fotografiche”.

Il resto è documentato dalle immagini.

Alle 14 di giovedì 10 luglio il mio aereo atterra a Malpensa scrivendo la parola fine a questa tre giorni berlinese.

Molta adrenalina, molta emozione, molta responsabilità; due frasi che non dimenticherò mai:
“Nice to meet you, I’m Chris Wallace! Today you’re working for NBA!”
“Nice to meet you, I’m Gilbert Arenas! Tell me what I’ve to do!”

…eppure non stavo sognando, era tutto vero!!!
“Nice to meet you, I’m Stefano Ceretti, from Biella, and today I’m working with Gilbert Arenas for NBA!!!”

Leave a reply

captcha
Required fields are marked (*)

TOP