UN SORRISO RADIOSO

50 minuti. Per decidere della vita di un ragazzo.
Un migrante di 20 anni a cui hanno ucciso i genitori in Mali ed i cui fratelli sono sparsi in giro per l’Africa.
Ed il giudice, che giustamente va a fondo della questione, pone domande da fare accapponare la pelle. Ma deve capire se il giovane e’ sincero.
E lui, con molta calma racconta la sua storia. Ore, giorni e mesi di angoscia appaiono solamente in superficie: sono ricordi che il ragazzo ha sepolto dentro di sé.
Lo guardo e vedo tanta forza e coraggio. Un sorriso radioso e bellissimo e mai una lamentela.
Devo imparare molto da lui. Sono orgogliosa del mio amico maliano.
E gli auguro di cuore che possa continuare la sua nuova vita in Italia.
Merita un pezzo di serenità. Dall’altra parte del cielo.
Ma che sarà mai la crisi di fronte alla guerra?
Buon Natale a tutti.

Marta Coda Luchina

Leave a reply

captcha
Required fields are marked (*)

TOP